21/02/2019 14:03
ARCHIVIO

IL PRESENTE FORUM NON VIENE PIU' UTILIZZATO MA RIMANE SOLO COME STRUMENTO DI CONSULTAZIONE PER LA QUANTITA' DI INFORMAZIONI CONTENTUTE. IL NUOVO FORUM E' RAGGIUNGIBILE DIRETTAMENTE DAL NUOVO SITO

www.asgs.sm

Vedi argomento
 Stampa argomento
De Centralibus
mario tenti
La prima volta che mi sono avvicinato a questo gioco è stato nella lingua originale di herr Friedemann, grazie al nostro inesauribile Emililano.
Ammetto che Funkenschlag scritto in grande sulla scatola mi ha, nell'immediato, abbastanza interdetto, non conoscendo l'idioma teutonico.
Solo un attimo di smarrimento, è bastato aprire la scatola per trovarmi davanti un tabellone bifronte realizzato con un buon cartoncino, 200 pezzi in legno colorati e sagomati, una mazzetta di banconote e una cinquantina di carte anchesse di buona qualità (chi parlava di materiali ?).
Ricordo che al momento, essendo io "trenista" in compagnia di altri "trenisti", il commento unanime fù :< non ci sono dadi, si può provare >:.
Ora qui ci starebbe una digressione sui trenisti e i dadi ma torniamo al gioco.
Il suddetto, dimostratosi subito più che valido è stato di conseguenza immediatamente acquisito nel carnet A.S.G.S., nella versione internazionale ( power grid ) e, piuttosto gettonato, continua ad allietare le nostre serate in sede, grazie anche alle espansioni (italia-francia benelux-europa centrale ) che alcuni soci saltuariamente portano.
Quello che vorrei sottolineare è la validità di questo gioco sotto tutti gli aspetti, ho già parlato della realizzazione ottima e delle espansioni, è doveroso adesso accennare alla meccanica.
Le 4 paginette di regole lo rendono fruibile anche all'utenza familiare senza minarne la profondità, in pratica, un gestionale estremamente facile da apprendere, sottilmente perfido da padroneggiare.
Unico elemento casuale, le carte, pur determinanti, non ingenerano nello smaliziato giocatore, lo sconforto tipico del tiro cruciale mancato, poichè già alla seconda partita si è reso conto di quali sono e come funzionano le centrali.
Degna di menzione è poi la mutevolezza della dinamica al variare del numero di giocatori.
In conclusione, a mio giudizio, un gioco che con un numero modesto di variabili riesce a mantenere intatte giocabilità e longevità.
Promosso a pieni voti.
 
Palmiro Matteini
Bravo Mario, concordo perfettamente.
Ma cosa hai da disquisire sui "trenisti" ?.
 
Dario Sammaritani
Appunto... a proposito di "trenisti"... perchè non scrivete neanche un topic nella sezione apposta?

Capisco che oramai vi faccia schifo... però....
 
Palmiro Matteini
Ho scritto un articolo sui treni, ma me l'hanno pubblicato da un'altra parte, non posso farci niente ...
 
Giancarlo Ceccoli
???????
l'articolo, bello fra l'altro, è pubblicato nella sezione Articoli, cavolo!
E dove altrimenti?????

Noiosi.............

GC
 
www.asgs.sm/viewpage.php?page_id=9
Vai al forum:
LOGIN SOCI
CLICCA QUI - LOGIN PER VISUALIZZARE LE VECCHIE SEZIONI RISERVATE AI SOCI
Copyright A.S.G.S. © 2007