25/01/2022 05:37
ARCHIVIO

IL PRESENTE FORUM NON VIENE PIU' UTILIZZATO MA RIMANE SOLO COME STRUMENTO DI CONSULTAZIONE PER LA QUANTITA' DI INFORMAZIONI CONTENTUTE. IL NUOVO FORUM E' RAGGIUNGIBILE DIRETTAMENTE DAL NUOVO SITO

www.asgs.sm

Vedi argomento
 Stampa argomento
CC - TOI - CoH - .....ASL; simili, diversi, unici, ecc. ecc.
Giancarlo Ceccoli
A seguito di discussione su ToI, da leggere, fino alla fine:
http://www.boardg...ead/147783
http://www.boardg...ead/167945

http://www.boardg...ead/365833

Insomma.............è poi sempre una questione di gusto personale.......
 
www.asgs.sm/viewpage.php?page_id=9
stefano_curzi
Il gusto personale viene sempre coinvolto, altrimenti nessuna racchia troverebbe l'altra metà con cui creare l'incastro. Smile
Bando ai paragoni.
Secondo mè ASL piace a coloro che cercano la perfezione nella simulazione tattica della seconda guerra mondiale, questo perchè qualsiasi scenario che abbia avuto un riscontro nella seconda guerra mondiale è contemplato nel regolamento.
A questo punto urge porsi la domanda se la ricerca della simulazione perfetta delle battaglie per i "VERI GIOCATORI DI ASL" sia maniacale. Secondo mè lo è semplicemente perchè il giocatore di ASL vuole provare giocando le stesse senzazioni che un'ufficiale ha avuto bisogno di intraprendere durante tale battaglia. E' il convolgimento n una battaglia portagto alla apoteosi.
A prescindere dal fatto che la perfettibilità della ricreazione tattica perfetta di una battaglia sia conveninete o meno per un giocatore che chiede solo di non pensare a situazioni vissute realmente da persone reali per quella serata. I giocatori di ASL non sono questa tipologia di giocatori, a loro piace essere coinvolti emotivamente quando giocano, tutto deve essere come 65 anni fà.
TOI e CC si pongono ad un livello intermedio.
Le meccaniche di gioco sono apparentemente più semplici, per un giocatore che non gioca.
In questi due giochi la strategia si è trasferita in parte, in CC in modo determinate, nella pianificazione strategica delle carte al momento opportuno.
Insomma il regolamento è sicuramente meno enciclopedico di ASL ma tutti e due i giochi necessitano di una buona strategia delle carte per pianificare una efficace tattica sul campo.
Personalmente preferisco TOI dato che il gioco è meno finalizzato alle carte.

PS: i giochi delle carte sono molto antichi, il tutto è seplicemente fondere il gioco delle carte con i boardgame.
A quanto sembra ci stanno riuscendo bene.
Shock
 
Giancarlo Ceccoli


PS: i giochi delle carte sono molto antichi, il tutto è seplicemente fondere il gioco delle carte con i boardgame.
A quanto sembra ci stanno riuscendo bene.
Shock


Assolutamente si, dato che i cosidetti CardDriven sono fra i più venduti, almeno da GMT......
In effetti i CD funzionano benissimo su scala operativa e/o strategica. Combat Commander è squisitamente tattico ed è questo che fà "storcere" il naso; l'uso delle carte è insomma diverso dai "soliti" CarDriven.
 
www.asgs.sm/viewpage.php?page_id=9
Gabriele Mazza
Marcello se ci sei ...batti un colpo!
Dopo la San Marino Con, considerati aruolato per il training di ASL!!WinkWink

Ci vediamo martedi' in sede!

Gabriele
 
Marcello Maimone
Ho battuto già un colpo nell'altra discussione...

Proverò a iniziare l'addestramento..signore!

Signorsì signore!

Però...

Però........

POI DOVRAI TU GIOCARE AD AGRICOLA!!!! Grin Grin Grin
Modificato da Marcello Maimone il 08/05/2009 16:03:21
Cavaliere del Lavoro, Maimone Borgia Ragionier Marcello
 
Giuseppe Ferri
Per non incorrere in scomuniche ed in orribili processi di eresia da parte della comunità ortodossa di ASL premetto che quanto a rigore simulativo questo rimane ineguagliabile. Detto questo, a me CC piace assai, dopo aver storto il naso all'inizio. La relativa semplicità e la varietà dell'azione lo rendono moolto divertente, e quando si prenda la cosa da una visione più generale, senza concentrarsi sui singoli aspetti, anche la simulazione è soddisfacente. Unica cosa che forse continua a lasciarmi perplesso, è il fatto talora di trovarsi sotto il naso delle unità nemiche senza poter sparare; forse avrebbero potuto trovare il modo di poter comunque sparare una volta in un impulso, magari come unico ordine dello stesso e/o usando la carta iniziativa...
 
Giancarlo Ceccoli
Giuseppe Ferri ha scritto:
Unica cosa che forse continua a lasciarmi perplesso, è il fatto talora di trovarsi sotto il naso delle unità nemiche senza poter sparare; forse avrebbero potuto trovare il modo di poter comunque sparare una volta in un impulso, magari come unico ordine dello stesso e/o usando la carta iniziativa...


In effetti, sulla rivista C3i della GMT, non ricordo quale nuemero....., sono state pubblicate varie regole opzionali per i moduli CC: Europe e CC:Mediterranean.
In gran parte "esportano" alcune regole dal più recente CCPfftacific e ne aggiungono di nuove, fra cui quella che riguarda la possibilità di eseguire Action Fire (fuoco di opportunità) anche senza avere tale carta/ordine.
Se ricordo bene si deve, in questo caso, scartare una carta di mano.

Oggi controllo, martedi porto.

Fra l'altro oggi invio sul forum di Boardgamegeek le nostre osservazioni sul fatto che l'attaccante ......ha quasi sempre vita dura!
 
www.asgs.sm/viewpage.php?page_id=9
Luigi Ferrante
Non conosco il regolamento e dopo aver visto la vostra partita di ieri sera ho notato per esempio che per eliminare un'unita' e' davvero dura (forse e' stato un caso ieri sera non so) in quanto ho visto che piu' di una volta un'unita' circondata da molte piu' un'unita' nemiche riusciva a salvarsi grazie alla carta.Ripeto non conosco le regole! correggetemi se ho detto una cavolata.
Luigi
 
Giancarlo Ceccoli
Appena sei uscito...........la mia squadra con mitraglitrice media ha avuto la possibilità di fare fuoco di ooportunità verso 4 plotoni US che allegramente avanzavano sulla battigia............
Una strage; ma il trucco è poter sparare immediatamente alle unità broken, è chiaro.
 
www.asgs.sm/viewpage.php?page_id=9
Vai al forum:
LOGIN SOCI
CLICCA QUI - LOGIN PER VISUALIZZARE LE VECCHIE SEZIONI RISERVATE AI SOCI
Copyright A.S.G.S. © 2007