20/11/2019 21:48
ARCHIVIO

IL PRESENTE FORUM NON VIENE PIU' UTILIZZATO MA RIMANE SOLO COME STRUMENTO DI CONSULTAZIONE PER LA QUANTITA' DI INFORMAZIONI CONTENTUTE. IL NUOVO FORUM E' RAGGIUNGIBILE DIRETTAMENTE DAL NUOVO SITO

www.asgs.sm

Vedi argomento
 Stampa argomento
De Vulgari Eloquentia
stefano_curzi
ieri sera si è giocata una bella partita a "De Vulgari Eloquentia"

Rileggendo le regole lo sbaglio più grosso che abbiamo fatto è stato quello che:

non si potevano prendere più di un manoscritto per turno e per giocatore (Ieri sera abbiamo fatto incetta di Manoscritti)

Inoltre le regole di movimento via mare dicono:
Via mare: un giocatore che abbia il
proprio Personaggio in una città con
il porto può muoversi in un’altra città
portuale che si affacci nello stesso
mare.
Quindi i due mari sono fisicamente separati -> nessun giocatore ha fatto percorsi così lunghi via mare.

nella nota si menziona:
Nota: la Sicilia e l'Italia continentale sono separate dal mare
nessun giocatore è passato via terra passando dalla calabria alla sicilia

In definitiva a maggior ragione in riferimento al fatto che un giocatore non può prendere più di un manoscritto per turno intraprendere la carriera ecclesiastica per diventare papa e fondamentale.

Con due partite all'attivo mi domando come un mercante possa vincere il gioco?????

Grin
Stefano Curzi
 
stefano_curzi
studiando il gioco, ho capito come il mercante possa vincere il gioco:

deve essere uno scacchista come metodologia dato che calcolando 5 azioni per turno e 14 turni di media del gioco, un giocatore dispone di 70 azioni quindi deve avere una pianificazione oculatissima e deve essere in funzione delle scelte fatte dagli altri giocatori.

Inoltre siccome i cubi gialli, neri e rossi per le elezioi sono limitati il giocatore mercante deve fare boicottaggio negli altri giocatori che hanno intrapreso la strada religiosa.

in definitiva:
Ambientazione storica bellissima;
Bilanciato;
Possibilità di pianificazione strategia massima per un gioco ma con una limitazione data dal numero di azioni a disposizione per turno che è altrettanto al massimo di conseguenza bisogna tenere traccia, boicottando se serve, della strategia e pianificazione degli altri giocatori.
Stefano Curzi
 
Marcello Maimone
I giochi di Mario Papini vanno tutti su questa falsa riga..poche azioni, e alcune utili SOLO ad un obbiettivo, cui il giocatore si lega scegliendo quell'azione..

Sono così Siena, De Vulgari, e i prototipi da me giocati di Michelangelo (che non uscirà ma che aveva alcune idee riproposte dal gioco "Fresco" ) Seven (interessante gioco sui peccati capitali che spero vedrà presto la luce) e Filosofia (titolo non ufficiale dell'ultimo prototipo sperimentato).

Papini o si ama o si odia, ma di sicuro i suoi giochi si vede che sono suoi..."la mano dell'artista" è ben visibile.

Piccolo appunto ai materiali di De Vulgari...erano meglio quelli del prototipo! Nella versione commercializzata tutto mi sembrava troppo piccolo e confuso.

Vi svelo l' "Apertura Papini" a De Vulgari, cioè le prime 5 azioni da lui preferite, e da me effettuate alla prima partita, con grande sorpresa del Papini...Grin utilizzare tutte le azioni del primo turno per avanzare nella linea del mercante.

Questo a testimonianza del fatto che nei suoi giochi a volte è meglio prendere una via netta e giocare su quella che disperdersi in tante cose..
Modificato da Marcello Maimone il 15/04/2011 05:38:13
Cavaliere del Lavoro, Maimone Borgia Ragionier Marcello
 
stefano_curzi
Marcello Maimone ha scritto:
I giochi di Mario Papini vanno tutti su questa falsa riga..poche azioni, e alcune utili SOLO ad un obbiettivo, cui il giocatore si lega scegliendo quell'azione..

Sono così Siena, De Vulgari, e i prototipi da me giocati di Michelangelo (che non uscirà ma che aveva alcune idee riproposte dal gioco "Fresco" ) Seven (interessante gioco sui peccati capitali che spero vedrà presto la luce) e Filosofia (titolo non ufficiale dell'ultimo prototipo sperimentato).

Papini o si ama o si odia, ma di sicuro i suoi giochi si vede che sono suoi..."la mano dell'artista" è ben visibile.

Piccolo appunto ai materiali di De Vulgari...erano meglio quelli del prototipo! Nella versione commercializzata tutto mi sembrava troppo piccolo e confuso.

Vi svelo l' "Apertura Papini" a De Vulgari, cioè le prime 5 azioni da lui preferite, e da me effettuate alla prima partita, con grande sorpresa del Papini...Grin utilizzare tutte le azioni del primo turno per avanzare nella linea del mercante.

Questo a testimonianza del fatto che nei suoi giochi a volte è meglio prendere una via netta e giocare su quella che disperdersi in tante cose..


In riferimento all'apertura del Papini direi ottima se uno si vuole indirizzare verso il mercante, con 10 monete in più per ogni interazione la prospetiva di essere il più ricco alla fine della partita con relativi 7 punti vittoria non è difficile.
Stefano Curzi
 
Vai al forum:
LOGIN SOCI
CLICCA QUI - LOGIN PER VISUALIZZARE LE VECCHIE SEZIONI RISERVATE AI SOCI
Copyright A.S.G.S. © 2007